L’importanza degli Omega3

Gli omega3 sono acidi grassi definiti essenziali perché non li produciamo, ma sono indispensabili per la nostra vita.

Per renderci conto di questo, basta ricordare che questi acidi grassi sono presenti nel cervello in grandi quantità.

Un sesto del peso del cervello è costituito da questi grassi.

Le nostre conoscenze ci portano ad indicare l’EPA e il DHA, due componenti della famiglia degli omega3, come essenziali al mantenimento delle funzioni cardiache, cerebrali e della capacità visiva.

Sono una componente fondamentale delle membrane cellulari dell’organismo, comprese quelle delle piastrine, dei globuli rossi, e dei globuli bianchi.

La loro assunzione giornaliera riduce il rischio di malattie cardiovascolari, di arteropatie degli arti inferiori, di diabete, ed inoltre possiede altri effetti biologici come antinfiammatori, azioni positive sui grassi circolanti, sul metabolismo glucidico, sulla pressione arteriosa…, come documentato da innumerevoli ricerche scientifiche.

Perché è importante assumere giornalmente omega3

Perché, ad oggi, l’assunzione di omega3 si è notevolmente ridotta, a causa della industrializzazione del cibo, che porta inevitabilmente a nutrirsi di alimenti altamente raffinati, e per vari motivi, sempre più carenti di acidi grassi essenziali.

Per questo il nostro fabbisogno giornaliero, per nulla soddisfatto, ci porterebbe a consumare grandi quantità di pesce.

Si rende necessaria una supplementazione adeguata.

I pesci che forniscono più omega3 sono:

  • aringa ( circa 1 g per 100g)
  • tonno ( 1 g)
  • trota   (1 g)
  • salmone (1,5g)
  • cefalo  (circa 2 g)
  • sgombro (poco più di 2 g)

I pesci che vivono in acque libere, avendo un’alimentazione varia, comprese le alghe, sono più ricchi di omega3.

Omega3 animali



Assunzione giornaliera:

  • chevron-right

    bambini e ragazzi (4-14 anni ), donne ( comprese gestanti e in allattamento) fino a 2 grammi al giorno

  • chevron-right

    uomini dai 15 anni fino a 3 grammi al giorno.

Se fino a poco tempo fa l’assunzione degli omega3 risultava impossibile per chi seguiva un regime vegetariano o vegano, oggi la ricerca scientifica ha risolto il problema, anche se produrre EPA dal mondo vegetale è raro e solo pochi organismi ( per di più solo in particolari condizioni ambientali), sono in grado di farlo.

Omega3 vegetali

Note sull'autore

Essere In Salute

Noi di essereinsalute.it crediamo che il corpo è un sistema integrato che risponde a vari fattori, non possiamo pretendere di essere in salute se non mettiamo in armonia tutte le parti. Per questo affronteremo agormenti che trattano, corpo, mente e spirito, perché solo equilibrando queste tre sfere riusciremo veramente ad essere in salute.


>