Dieta Chetogenica: grassi si ma, attenzione!

La dieta chetogenica, se formulata correttamente, può diventare molto più che una dieta. Può diventare un vero e proprio stile di vita a lungo termine.

Perché da semplice dieta temporanea si trasformi in programma alimentare permanente è necessario che fornisca tutti gli elementi nutritivi essenziali per il benessere dell’organismo. Devi consumare cibi che siano sani e nutrienti, in grado di sostenere il corpo.

Molte persone purtroppo intraprendono la dieta chetogenica con conoscenze superficiali in merito e rischiano di commettere errori che portano al fallimento e al mancato raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Concludendo poi erroneamente e superficialmente che “la dieta chetogenica non funziona”.

In particolare, molte persone non riescono a mantenere a lungo termine il programma previsto dalla dieta chetogenica perché fanno scelte inappropriate su cosa mangiare e quando. Di conseguenza seguono un’alimentazione che non può essere protratta a lungo.

Cosa include la dieta chetogenica

La dieta chetogenica, quando opportunamente formulata, deve includere un alto contenuto di grassi; una moderata quantità di proteine e un basso apporto di carboidrati. Molte persone comprendono questa premessa a livello teorico ma, quando si tratta di metterla in pratica, non la seguono nella dovuta maniera.

Il risultato è che dopo alcuni giorni il corpo invia segnali di fame inarrestabile e di desiderio implacabile proprio di carboidrati (di zuccheri). Ed è così che falliscono quasi tutte le dieta all'ultima moda e le diete del momento. Un continuo iniziare una dieta con grinta, per sentirsi scoraggiati dopo un primo periodo e un ritorno alle vecchie abitudine senza aver ottenuto alcun risultato in termini di perdita di peso e forma fisica.

Se intraprendi la dieta chetogenica pensando di abolire tutti i carboidrati totalmente, incluse molte verdure e alcuni frutti, e pensando di poter continuare a mangiare cibi di scarsa qualità unti e grassi, senza alcun valore nutrizionale, allora le probabilità di successo sono davvero scarse o nulle.

Se hai avuto l’impressione che la dieta chetogenica sia tutta pancetta, salsicce, grasso e hamburger allora devi sapere che una dieta di questo genere non può in alcun modo essere considerata salutare.

Non è sufficiente liberarsi dei farinacei e dei prodotti da forno. È essenziale scegliere i cibi giusti e soprattutto di qualità, ovvero ricchi di valore nutrizionale per l’organismo.

I minerali e le vitamine contenuti nella maggior parte delle verdure e nella frutta sono di fondamentale importanza per il benessere del fisico.

Linee guida

Se decidi di intraprendere la dieta chetogenica segui questa linea guida principale:

consuma molte verdure a foglia verde scuro, ad alto contenuto di fibre, e aggiungi le dovute proporzioni di grassi di buona qualità e proteine.

è importante scegliere alimenti che sostengano il benessere dell’organismo e delle sue funzioni. Tradotto in termini pratici, questo significa scegliere alimenti ricchi di nutrienti essenziali (vitamine, minerali, acidi grassi ecc.); alimenti che favoriscono una regolare eliminazione; alimenti in grado di farti sentire vitale, energico e in grado di incrementare le tue capacità di concentrazione oltre che migliorare l’umore.

Non tutti i carboidrati sono uguali. Ci sono carboidrati di scarsa qualità (il che significa dal basso valore nutrizionale) come ad esempio i prodotti a base di zuccheri e di farina raffinata e poi ci sono i carboidrati di alta qualità come alcuni tipi di frutta e di verdura. Questi ultimi, pur essendo carboidrati, vanno inclusi nella dieta chetogenica.

Alcune verdure come gli spinaci, i cavoli, i broccoli, le bietole e simili sono ricchi di fitonutrienti e fibre. Se fornisci all’organismo ciò di cui necessita, non solo segui un regime sano ma attenui la sensazione di fame e quindi il rischio di abbandonare la dieta e tornare alle vecchie abitudini alimentari.

Considerazioni finali

Se hai provato la dieta chetogenica ma non hai ottenuto i risultati sperati o non sei riuscito ad andare oltre un primo periodo, molto probabilmente è perché non hai seguito la regola della qualità del cibo prima di tutto. Quando intraprendi una dieta, prima ancora di pensare ai chili da smaltire e al dimagrimento, devi scegliere in base a ciò che sostiene l’organismo e il benessere del corpo.

Note sull'autore

    Essere In Salute

    Noi di essereinsalute.it crediamo che il corpo è un sistema integrato che risponde a vari fattori, non possiamo pretendere di essere in salute se non mettiamo in armonia tutte le parti. Per questo affronteremo agormenti che trattano, corpo, mente e spirito, perché solo equilibrando queste tre sfere riusciremo veramente ad essere in salute.


    >