Curcuma: cos'è e quali sono i benefici nell'utilizzo

La curcumina è un potente antiossidante presente nella pianta di Curcuma longa , più comunemente nota come curcuma… Ormai la curcuma è diventata una “star mondiale” e la sua popolarità è in forte crescita come super-food per i suoi numerosi benefici ben documentati in moltissime testate mediche famose come pubmed.

  • La curcuma è una spezia utilizzata da migliaia di anni dalla tradizione ayurvedica e dalla
    medicina cinese per contrastare numerose patologie .
  • La curcuma contiene moltissime sostanze benefiche, e tra queste , quella che spicca maggiormente per le sue proprietà è la curcumina.

Parlamene ancora!

Sappiamo tutti di dover integrare nella nostra dieta più frutta e verdura , ma forse è arrivato il momento di aggiungere a questo “mix” anche il gruppo nutrizionale delle spezie. Infatti , fino a dieci anni fa le spezie avevano solo un ruolo marginale nella salute della persona, ma grazie a
moltissimi studi , molti medici stanno imparando che ci sono moltissime spezie naturali che
contengono importanti nutrienti potenti e curativi . 

Tra le spezie, ce n’è una che sembra spiccare di più per quanto riguarda la sua sicurezza e il potenziale per affrontare una vasta gamma di disturbi, e quella spezia è la curcuma. 

Che cos'è la curcuma?

La curcuma è una spezia asiatica prodotta dalla pianta della Curcuma longa , strettamente correlata allo zenzero. La porzione sotterranea di Curcuma longa è un vivace rizoma giallo /arancione che assomiglia molto allo zenzero. Il rizoma può essere usato fresco o essiccato e frantumato in una polvere fine. La curcuma è spesso incorporata nei piatti asiatici e indiani, ma è anche usata in molte altre culture.

La curcuma è utile come colorante alimentare in alimenti come la senape gialla, brodo di pollo, sottaceti e molto altro. La spezia è stata usata per migliaia di anni in cucina e in medicina ed è persino considerata sacra in molte culture che la usano in cerimonie e feste religiose.

Cosa rende la curcuma così sana?

I ricercatori, esaminando la curcuma hanno scoperto che quello che rende speciale questa pianta è la presenza di numerosi fitonutrienti e antiossidanti che hanno potenti proprietà biochimiche.

La curcumina è forse il più importante dei composti antiossidanti nella curcuma. Questo perché vi è un crescente numero di prove che dimostrano che mostra una vasta gamma di effetti benefici in tutto il corpo. La curcumina è più nota per i suoi effetti antiossidanti e antinfiammatori, ma la ricerca mostra anche che rinforza il sistema immunitario, promuove una buona salute mentale e protegge il cervello e il cuore.

Benefici derivati dall'utilizzo della curcuma

In questi studi, si è potuto accertare delle potenzialità di questa spezia , che risulta avere un potere curativo maggiore dei farmaci senza i loro potenti e pericolosi effetti collaterali . Chiunque dovrebbe utilizzare questo “cocktail” di salute per prevenire e curare moltissime malattie.

1) Antiossidante e Antinfiammatorio

La curcumina ha dimostrato di diminuire lo stress ossidativo dell’organismo. Questo è dovuto alla sua capacità di inibire gli enzimi responsabili della produzione dei radicali liberi . Questo composto riesce a prevenire l’invecchiamento cellulare e migliorare le difese del corpo . Moltissime malattie sono causate da un’infiammazione sistemica dell’organismo . La curcumina è in grado di interagire con le vie ifiammatorie con effetti dimostrati su molecole pro-infiammatorie tra cui TNF-α, COX 1 e 2, glicoproteina acida α1 e proteina di differenziazione mieloide.

2) Malattie cardiovascolari

L’integrazione con curcumina è stata collegata a livelli di colesterolo migliori (DL inferiore e HDL più elevato), meno lesioni da striature grasse nell’aorta, diminuzione della perossidazione del colesterolo LDL e protezione da alcuni trattamenti anti-cancro cardio-tossici.

3) Esercizio fisico e resistenza

Alcuni studi hanno dimostrato che la curcumina può ridurre l’infiammazione e migliorare i tempi di recupero a seguito di un danno muscolare indotto dall’esercizio. Ricorda che anche il cuore è un muscolo, quindi gli effetti positivi nei muscoli sono probabilmente responsabili delle proprietà cardio-protettive della curcumina.

4) Salute del cervello / neurotrasmissione / stress

La curcumina è stata in grado di proteggere la salute del cervello sia dai radicali liberi che dall’infiammazione. È stato dimostrato che modula i livelli di vari neurotrasmettitori e aumenta i livelli di un composto importante che stimola la crescita neuronale chiamata “fattore neurotrofico derivato dal cervello”.

5) Salute immunitaria

La curcumina regola favorevolmente l’attività delle cellule immunitarie tra cui le cellule T, cellule B, macrofagi, neutrofili e cellule killer naturali. Gli studi mostrano anche una migliore risposta anticorpale anche a basse dosi.

Problemi di assorbimento con curcumina:

Sebbene sappiamo che puoi ottenere la curcumina incorporando più curcuma nella tua dieta, non è probabile che tu ottenga tutti i benefici senza l’uso di speciali integratori alimentari. Uno dei maggiori problemi con la curcumina è che non viene assorbito molto bene dal tratto digestivo. Ciò significa che assorbi pochissima curcumina nel flusso sanguigno. Usa la radice di curcuma fresca invece delle spezie in polvere essiccate per ottenere i maggiori benefici per la salute, specialmente se le spezie sono rimaste nella tua dispensa per molto tempo.

Curiosità: un composto di pepe nero chiamato piperizina aumenta l’assorbimento della curcumina da parte dell’organismo. Quindi assicurati sempre di aggiungere il pepe nero quando cucini con la curcuma per ottenere i maggiori benefici per la salute!

Gli integratori che usano semplicemente polvere di curcuma o estratti di base hanno anche un assorbimento limitato – sono necessari preparati speciali per ottenere quantità significative nel flusso sanguigno

Altri metodi per migliorare la sua biodisponibilità

Altri “trucchetti” per favorire il suo assorbimento sono :

1)Riscaldare leggermente la curcuma.

2) Consumare la curcuma con un’aggiunta di grassi .

3) Un flavonoide che potenzia l’assorbimento di questa spezia è la quercetina. 

La quercetina si trova nelle mele , vino rosso e uva rossa.

>
Torna su