Benefici dell’Aloe Vera, la proprietà detossificante e depurativa

Al giorno d’oggi sentiamo frequentemente parlare dei benefici dell'Aloe Vera, una pianta dalle molteplici proprietà, che viene utilizzata per svolgere diverse funzioni benefiche per l’organismo umano.

Le molteplici proprietà di questa pianta erano ben conosciute ed impiegate fin dai tempi più antichi. Dall'Africa al Medio Oriente all'India, numerose civiltà hanno utilizzato le proprietà della pianta di Aloe per curare disturbi e malattie di vario genere.

Oggi in Italia gli integratori più acquistati e utilizzati sono, senza dubbio, quelli a base di Aloe Vera: le diverse aziende farmaceutiche, cosmetiche e di integratori impiegano le proprietà di questa pianta, sfruttandone le diverse forme estrattive, principalmente sotto forma di succo, integratore alimentare o estratto secco, e soprattutto in una vasta gamma di prodotti uso topico della cosmesi e della dermatologia come preparati in crema, trucchi e igiene personale.

Esplorare tutte le tappe storiche che hanno portato all’impiego salutare dei benefici dell'Aloe Vera vorrebbe dire ripercorrere la storia dell’uomo stesso e non è possibile racchiudere in poche righe, per cui mi limiterò, anche se il tutto risulta estremamente riduttivo, a raccontarne una piccola parte delle eccezionali proprietà, portando l’attenzione soprattutto sulle proprietà detossificante e depurativa sul nostro organismo.

Perché ci intossichiamo

È ormai ben noto che i sistemi nervoso, endocrino ed immunitario sono intimamente connessi tra loro, per cui il malfunzionamento di uno di questi apparati si ripercuote inevitabilmente sul benessere generale dell’intero organismo.

La depurazione è un processo fisiologico che avviene incessantemente dell’interno del nostro organismo e questo avviene attraverso l’urina e le feci, attraverso il sudore (la pelle) e tramite le membrane delle mucose, i polmoni. Come ben sappiamo i principali organi responsabili della depurazione sono il fegato, reni, intestino, pelle e polmoni.

Una alimentazione non corretta e poco bilanciata, l’abuso di alcolici e sigarette, l’eccessivo abuso di farmaci, uno stile di vita poco sano e piuttosto sedentario, l’inquinamento, lo stress, costringono l’organismo ad un elevato affaticamento che determina una considerevole produzione di scorie e tossine.

L’organismo chiaramente cerca sempre di preservarsi e di mantenersi integro cercando di non accumulare queste tossine in prossimità degli organi vitali, ma ovviamente se il sistema di depurazione non funziona in maniera più che efficace, i residui tossici verranno immagazzinati comunque e soprattutto principalmente nel tessuto adiposo, in quello connettivo e nelle articolazioni.

È stato inoltre dimostrato che la reazione biologica allo stress conduce ad un elevato secrezione di ormoni (adrenalina, noradrenalina e dopamina) che stimolano l’ipotalamo ad aumentare la secrezione di un ormone, la corticotropina, che provoca una maggiore quantità di cortisolo.
Questa sostanza, tra gli altri effetti, possiede una rilevante attività immunosoppressiva cioè provoca una considerevole riduzione delle difese immunitarie e di conseguenza aumenta le probabilità di contrarre malattie infettive come infezioni respiratorie, gastrointestinali, urinarie, epatiche, ecc.

Quindi quando gli organi emuntori per un eccessivo accumulo di tossine non riescono ad eseguire il loro compito, si crea un sovraccarico acutizzando quelli che sono i sintomi e i disturbi, che possono essere di diverso genere: difficoltà digestive, rallentamento del transito intestinale, manifestazioni allergiche o di intolleranza alimentare, ritenzione idrica e cellulite o edemi soprattutto localizzati negli arti inferiori, affaticamento fisico e mentale, insonnia, dolori muscolari , reumatici, etc.

La soluzione viene dalla Natura

La Natura ci offre tantissime possibilità di aiuto e sostegno per risolvere questi disequilibri e le piante officinali che abbiamo a disposizione sono davvero innumerevoli. Molte contribuiscono alla risoluzione di determinati problemi ma per altro possono avere controindicazioni o poca interazione con farmaci o cure alternative. Uno dei rimedi invece che è considerato un po’ la panacea della fitoterapia, sia ad uso interno che esterno, e che presenta pochissime controindicazione è, come dicevamo appunto all’inizio, sicuramente la pianta di Aloe Vera con i suoi straordinari benefici.

Sono oltre 350 le varietà delle Aloe, pianta appartenente alla famiglia delle Liliacea, oggi catalogata come una famiglia a parte: “le Aloaceae” distinte per tipologia e luogo di origine, di cui solo quattro   le più conosciute per le proprietà medicinali o terapeutiche. Le più conosciute sono L’Aloe vera (Aloe barbadensis Miller) quella attualmente più utilizzata nei prodotti di consumo sia per uso esterno che interno, l’Aloe Ferox, l’Aloe Arborescence, e la meno diffusa ma assai benefica varietà Chinensis.

La pianta ha bisogno di minimo 4 anni per raggiungere la maturazione completa e poter essere utilizzata come pianta medicinale. Completata la maturazione, solo le foglie esterne vengono utilizzate per la preparazione delle varie forme utilizzate.

Dall’incisione profonda eseguita a livello del parenchima interno della foglia  e della successiva estrazione a freddo della consistenza mucillaginosa, si ottiene il così detto gel di Aloe Vera  (succo) , un liquido trasparente contenente un composto estremamente denso.

E’ importante assicurarsi che il gel estratto sia stato sottoposto a idonea lavorazione  e privato della Alloina, un liquido giallastro che si trova tra la corteccia della foglia e il gel che ne compone il midollo,  sostanza altamente tossica e con effetti lassativi.

Questa pianta ha una moltitudine di proprietà dovuta in particolare alla grande concentrazione, appunto, nelle sue foglie di vitamine, sali minerali, aminoacidi, enzimi e altri principi attivi utili al benessere del nostro organismo. Basti pensare che contiene più di 20 minerali tra cui calcio, cromo, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio sodio, zinco; vitamine incluse A, C, D, E e gruppo B; enzimi necessari a processi vitali, 18 amminoacidi necessari all’organismo, saccaridi, saponine e steroli vegetali.

Le proprietà detossinante del gel di Aloe Vera è data principalmente proprio dalla particolare consistenza e viscosità, dai polisaccaridi che lo compongono: queste sostanze hanno la capacità di legare e trasportare via velocemente le scorie tossiche e sostanze dannose, riducendo i tempi di contatto con le mucose. Contemporaneamente esercitano una significante azione emolliente, antinfiammatoria e rivitalizzante.

Numerosi studi dimostrano le proprietà detossinanti e depurative dell’Aloe Vera soprattutto per i disturbi riscontrabili al livello dell’apparato gastrointestinale. I polisaccaridi presenti nel gel di Aloe, e in particolar modo l’Acemannano, grazie alla particolare composizione e consistenza densa si prestano a rivestire e proteggere le pareti dello stomaco ed intestino, svolgendo un eccezionale effetto gastroprotettore.

Spiccata azione detossinante a livello dell’intestino, delicato stimolo del fisiologico transito e attività salutare sulla microflora batterica. Inoltre svolge un grandioso effetto lenitivo, emolliente, e rivitalizzante sulle tonache mucose del tratto gastrointestinale, soprattutto in presenza di ulcere, favorendone la cicatrizzazione. Ma non solo. I mucopolisaccaridi vantano una potenzialità straordinaria anche nello stimolare il sistema di difesa dell'organismo, proteggendolo da eventuali attacchi di agenti patogeni.

L’ acemannano  ha anche dimostrato una particolare sinergia d’azione di alcuni farmaci che inibiscono la replicazione dell’Herpes Simplex e del virus HIV.

Tutti conoscono oramai il vasto campo di applicazione e le proprietà della Aloe Vera che si estende a diverse attività oltre a quella detossinante e depurativa.

I benefici dell'Aloe Vera

  • Attività antiinfiammatoria
  • Attività lenitiva
  • Attività coagulante
  • Attività immunomodulante
  • Attività antiossidante
  • Apporta benefici effetti sulla pelle e può essere impiegata in cosmetica  e dermatologia, avendo una  forte 'azione dermoprotettiva, idratante ed emolliente. Abbondantemente utilizzata dall'industria della bellezza sotto forma di gel uso esterno, creme, saponi, lozioni corpo, creme viso, bagnoschiuma e shampoo.
  • Ripara rapidamente tessuti e membrane, utilizzata per ustioni, ferite, psoriasi, eczemi, vesciche, escoriazioni, scottature.
    Ottimo sollievo immediato e duraturo per le punture di insetti, di piante urticanti. Protegge il cuoio capelluto ed è un  ottimo balsamo, maschere  per i capelli ,  impiegata anche per curare  la forfora, o disfunzioni legate al cuoio cappelluto.
  • Efficace battericida. Per questo può essere utilizzata all'interno di una corretta igiene dentale. 
  • La sua azione coagulante è efficace anche sull'afte, e sulle ferite interne al cavo orale.
  • Per la sua azione battericida e lenitiva può essere utilizzata anche per l’igiene intima per infezioni da funghi (candidosi) o altre infezioni genitali.
  • Ottimo rimedio per trattare gran parte  delle  patologie anche dei nostri amici a quattro zampe:  dal semplice utilizzo dell’igiene quotidiana a pratiche più prettamente curative,  con la  stessa modalità uso umano, variando chiaramente la posologia in base al peso dell’animale stesso.


Se priva di Alloina, la pianta di Aloe Vera non ha controindicazioni ( diversamente ha un alto effetto lassativo e quindi sconsigliata per lunghi periodi) . Viene inoltre sconsigliata l’assunzione  durante il periodo di allattamento perché può rendere il gusto del latte amaro.

I benefici dell'Aloe Vera sono anche per i bambini, che possono assumerla con una adeguata e personalizzata  posologia, e utilizzata ad  uso topico con prodotti specifici adatti, in base all’età

Si consiglia, comunque, sempre di consultare un medico, in caso di terapie in corso, prima di intraprenderne l’integrazione.

Naturopata Tiziana Sorrentino

Note sull'autore

Tiziana Sorrentino


>